Come conservare al meglio ed evitare gli sprechi

Conservati nel modo giusto, latte yogurt e latti fermentati durano più a lungo, mantengono tutto il loro sapore, conservano la loro freschezza.

E si evitano gli sprechi.

Ecco alcune semplici regole per fare una spesa oculata e salutare:

Scegliere bene il negozio
Per individuare dove andare a fare la spesa non è importante solo guardare alla convenienza ma anche all'ordine e alla pulizia del locale. In particolare, verificare se i banchi frigoriferi sono sempre funzionanti e se i prodotti freschi sono correttamente conservati. Meglio sempre rivolgersi a negozianti di fiducia e a prodotti di marca.

Portare sempre con sé una borsa termica quando si va a fare la spesa: così latte, yogurt e latti fermentati stanno al fresco e si conservano meglio. Poi occorre metterli il prima possibile nel frigorifero di casa. Bastano 24 ore a una temperatura maggiore di 4°C per "distruggere" gran parte dei fermenti lattici.

Riporre gli alimenti in frigorifero nel posto giusto
Yogurt e latti fermentati vanno riposti nei ripiani più alti mentre il latte va posto nella controporta del frigorifero, nello spazio per le bottiglie.

Tenere d'occhio le date di scadenza indicate sulle confezioni
Per riuscirci velocemente basta seguire la regola del "prima dentro, prima fuori": meglio consumare prima i prodotti che sono in frigorifero da più giorni. Per individuarli a colpo d'occhio basta riporre sul fondo dei ripiani i prodotti appena acquistati e mettere invece in prima fila quelli più vicini al limite di consumo consigliato.

Evitare di lasciare le confezioni aperte troppo a lungo
Finché i vasetti di yogurt e latti fermentati o le bottiglie di latte sono chiusi durano sino alla data di scadenza indicata in etichetta, ma una volta aperti il prodotto va finito nel più breve tempo possibile. Ad esempio, il latte fresco pastorizzato in confezione chiusa, conservato in frigorifero a 4°C di temperatura, ha una durata di 7 giorni, ma quando viene aperto va consumato entro 3-4 giorni. Questa regola vale anche per il latte UHT: infatti in confezione chiusa si conserva a temperatura ambiente per 3-6 mesi ma quando la confezione viene aperta va tenuto in frigorifero e consumato nel giro di 3-4 giorni. Quanto allo yogurt lasciare le confezioni aperte in frigo significa perdere anche gran parte dei fermenti, che si ossidano al contatto con l'aria.

Non è necessario buttare uno yogurt o un latte fermentato se sono appena scaduti. Se conservati in modo corretto, gli alimenti continuano a essere buoni per qualche giorno. Bisogna comunque verificare se presentano un odore strano o hanno un aspetto diverso da quello normale: se sono regolari, si possono consumare subito o usarli per cucinare. Anche questo è un modo intelligente per evitare di sprecarli.

Usare in modo intelligente il frigorifero è un altro modo per far durare più a lungo e meglio i prodotti freschi. E' meglio aprirlo solo quando è necessario, perché ogni volta che lo si fa la temperatura interna si alza. E' meglio mettere nel frigorifero gli alimenti poco per volta ed evitare che poggino sulle pareti, in particolare su quella di fondo in modo da permettere il ricircolo dell'aria necessario per una corretta refrigerazione e consentire di mantenere una temperatura omogenea. Da ricordare che tenere il frigorifero "in forma" aiuta a farlo funzionare al meglio. Quindi è bene curare la manutenzione, controllando le guarnizioni dello sportello e impostando la temperatura fra 1 e 5 gradi. Così gli alimenti restano freschi e quindi durano più a lungo. Inoltre se non dispone di un sistema di sbrinamento automatico, è bene controllare regolarmente se si è formato del ghiaccio e, se c'è, eliminarlo. Infine, occhio alla pulizia perché riduce il rischio di contaminazioni batteriche. Il frigorifero andrebbe lavato una volta alla settimana con un detergente e ogni tre mesi con un disinfettante.



I cookies sono piccoli file di testo che i siti inviano al computer/tablet/smartphone/ecc. degli utenti, dove vengono memorizzati per essere poi richiamati in occasione delle successive visite dei medesimi utenti. In questo modo il sito web potrà adattarsi automaticamente migliorando l’esperienza di navigazione.

 

Navigando su questo sito, è possibile ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito e gestiti da Assolatte - Associazione Italiana Lattiero Casearia - con sede legale in Milano, via Adige, 20, e-mail: assolatte@assolatte.it.

 

Assolatte utilizza solo cookies tecnici. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione o cookies di terze parti.

 

I cookies tecnici si suddividono in:

- cookies di navigazione: sono volti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito (permettendo, ad esempio, l'accesso alle aree riservate);

- cookies analytics: raccolgono informazioni sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito (ad esempio informazioni su quali pagine o sezioni di pagine vengono maggiormente visualizzate);

- cookies di funzionalità: permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (come ad esempio lingua, caratteri di testo, tipo di browser) al fine di migliorare il servizio reso.

 

Le informazioni vengono raccolte in forma aggregata e anonima.

 

Questi cookies sono abilitati automaticamente. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte degli utenti, ma possono essere disabilitati.

 

Potrai, infatti, impostare il tuo browser in maniera da rifiutare automaticamente la ricezione dei cookie attivando l'apposita opzione.

 

Se non conosci il tipo e la versione di browser che stai utilizzando, clicca su “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie.

 

Il mancato utilizzo dei cookie tecnici, tuttavia, potrebbe comportare difficoltà nell'interazione con il presente sito.